Oleolito di calendula

Aggiornamento: 23 giu 2021

Oleolito di CALENDULA (Calendula officinalis) tempo balsamico: periodo estivo fino ad inizio autunno; parte utilizzata: fiori. Nella fase della Madre... ... dai energia alle tue piante. La calendula agisce particolarmente a livello della pelle, con una forte azione lenitiva e protettiva, ma al contempo delicata, così tanto da essere usata dalle mamme anche sulla pelle sensibile dei neonati. Contrasta inoltre le ragadi che possono formarsi al seno durante l’allattamento. Per preparare l’olio di calendula si mettono a macerare 100 gr di fiori secchi in un barattolo di vetro scuro con 500 ml di olio di mandorle dolci, oppure olio d’oliva extravergine, in caso lo preferiate. Quando il contenitore è pieno, chiudetelo ermeticamente e conservatelo per circa 1 mese in luogo fresco e buio, girandolo ogni due giorni per evitare la formazione di muffe. Passato un mese prendete una garza e filtratelo strizzando bene e volendo potete filtrarlo una seconda volta con un’altra garza per renderlo più puro eliminando tutti i residui. Il modo migliore per conservare il vostro oleolito è sempre in una bottiglietta di vetro scuro, al fresco, lontano dai raggi solari




6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti